Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Cosa mangiare a Parigi: i piatti tipici francesi

Dal 2010 Patrimonio mondiale dell’Unesco, quella francese è una delle cucine più rinomate e apprezzate al mondo. I piatti tipici francesi sono un insieme di tradizione e sapore. E Parigi, ovviamente, raccoglie il meglio di questa sapienza gastronomica per offrirla ogni giorno alle migliaia di turisti e visitatori che ne affollano strade, bistrot e brasserie.

Difficile non sapere cosa mangiare a Parigi. La Villa Lumiere offre infatti un ristorante per ogni stagione e un piatto per ogni esigenza di gusto.

Il meglio della cucina francese è a Parigi

La cucina francese, all’anagrafe “novelle cousine”, si contraddistingue per portate raffinate, sostanziose e sempre invitanti in grado di soddisfare anche i palati più esigenti di noi italiani. 

Le colazioni a Parigi sono più abbondanti, e oscillano tra il dolce e il salato con pane imburrato, croissant, plum-cake, marmellata e buon miele.

Per il pranzo niente primo piatto ma entrée (antipasti), a base di salumi, verdure e paté pronto da spalmare. A seguire gran sfilata di formaggi (su tutti brie e camembert) e quindi dessert alla frutta. Per esagerare, il dejeuner può arricchirsi con una sfiziosa portata di carne o pesce.

Epaule d agneau Julien Texier flickrfoto di Julien Texier via flickrLa carne è apprezzata in tutte le sue varianti. Tra le portate più celebri sicuramente quella più delicata d’anatra o il foie gras con fegato d’oca, l’entrecote di manzo e il mitico coq au vin, il galletto (animale simbolo della Francia) marinato al vino.

La cena è invece meno ricca, perlomeno nelle abitudini dei parigini. La diner può essere l’occasione ideale per gustare una delle tipiche zuppe francesi. Come La soup a l’oignon, ad esempio, o la mitica ratatouille, simbolo di una capitale intera.

Tra i piatti più rappresentativi della cucina francese, le omelette e le crépes, da provare nella versione galette bretonne, crepe salate da farcire con carne, verdure e uovo all’occhio di bue: arte, oltre che gusto.

Meno convenzionali, ma egualmente squisite escargot (lumache) e cuisses de grenouille (cosce di rana). Immancabili i prodotti della pasticceria e delle boulangerie, le panetterie d’oltralpe, come baguette, croissant e pain au chocolat.

I piatti tipici francesi sono veramente tanti. Cosa mangiare a Parigi non sarà affatto un problema. Ecco una rapida carrellata tra le specialità della cucina transalpina.

I classici della tradizione parigina

Parigi propone da secoli piatti all’insegna della semplicità, gourmet e gustosi. Tra i tanti ristoranti che affollano le vie della Ville Lumiere è possibile spaziare tra semplici toast, uova mayo, patatine, bistecca alla tartara o più elaborate pietanze di mare e “della terra” come le escargot (le appetitose lumache alla francese, impreziosite con champignon, aglio e prezzemolo per un gusto sorprendente) o il filet mignon, carne di prima qualità al sangue o ben cotta.

I piatti tipici da gustare al bistrot

I piatti dei bistrot sono tipici e immancabili, così come tipici sono questi piccoli ristorantini, in grado di conciliare pietanze di qualità a un servizio celere e informale.

In un bistrot è possibile gustare piatti secolari, reinventati secondo lo spirito del tempo: le famose zuppe francesi a base di cipolla, oppure rana pescatrice, o ancora verdure fresche di stagione (la mitica ratatouille); i gratin a base di patate e formaggio (chiedere del gratin dauphinois) o le tagliate di manzo (entrecote) brasate, al forno alla griglia, accompagnati da crema di foie gras o mousse di verdure.

I piatti regionali francesi

A Parigi è possibile scoprire la tradizione culinaria di una nazione intera. La Francia si estende per chilometri dal Mediterraneo alle coste occidentali e settentrionali dell’Oceano Atlantico. Ogni regione e propone eccellenze e sapori, che la capitale permette di gustare con la stessa freschezza e genuinità dei territori di origine: i frutti di mare della Bretagna, il caviale della Gironda, i pregiati champagne delle Ardenne, i formaggi della regione alpina e tanto altro ancora.

Torta Saint Honore Oliver Lopena flickrfoto di Oliver Lopena via flickrCioccolato e Dessert

Per chiudere in bellezza la nostra rassegna (e il vostro pasto) eccovi servito il dessert. L’arte pasticciera francese è forse la più avanzata al mondo. Oltre ai noti profiterol, macarons e le torte tradizionali (vedi saint honore e trate tartin).

Parigi è terrà di bignè, soufflé, torte al formaggio, mousse al cioccolato e tante altre squisitezze. I dolci colpiscono non solo per il gusto ma anche per il design e la raffinatezza delle opere.

Più che semplici dolci, il pain au chocolate o i celebri croissant, semplici o farciti, buoni al mattino come a merenda, li ricorderete a Parigi come i più buoni che avrete mai mangiato!

Sai già cosa mangiare a Parigi? Lasciaci un commento con i tuoi piatti francesi preferiti o raccontaci del tuo itinerario gastronomico ideale!

Quanto ti è stato utile questo articolo?
  • Per niente
  • Non molto
  • Abbastanza
  • Molto
  • Estremamente
Valutazione media di 10 persone
Abruzzo, classe’ 90. Con l’atlante in mano dall’età di cinque anni, con la valigia in mano dall’età di venti. Laureato in Comunicazione, mi divido tra sport, viaggi e scrittura. So tutte le capitali del mondo a memoria, ma non chiedetemi di fare il nodo alla cravatta.

Commenti

Alloggi a Parigi per tipologia

VIVI Parigi è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0