Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
31

Jardins D'Acclimatation: un’oasi naturale all’interno della Ville Lumière

Foto via facebook.com/lejardindacclimatation

Se siete alla ricerca di un posto che sia a metà strada tra un grande parco di divertimenti e una vivace fattoria, volete far divertire i vostri bambini (e, nel frattempo, divertirvi con loro!), intendete provare qualcosa di nuovo, magari a contatto con la natura e senza uscire dalle mura di Parigi, i Jardins d’Acclimatation sono proprio quello che fa per voi!

  • Informazioni

    Non solo Disneyland Paris: nella capitale francese, infatti, c’è un parco di divertimenti molto caro alle famiglie parigine ma ancora poco conosciuto fuori dai confini francesi che non mancherà certamente di stupirvi! Si tratta dei Jardins d’Acclimatation, un incredibile miscuglio tra un giardino zoologico, una fiera e un enorme parco giochi, uno dei simboli di una metropoli moderna che ha a cuore la fauna e la natura.

    VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
    VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
    VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

    Perché organizzare una visita?

    I giardini si trovano ai confini del 16mo arrondissement, a sud-ovest dal centro della capitale, e sono perfetti in particolare per le famiglie con bimbi piccoli che, dopo le visite quasi obbligatorie ai musei e ai monumenti più celebri della Ville Lumière, vogliono passare una giornata all’insegna del verde, del relax e del divertimento.

    • I Jardins d’Acclimatation sono il terzo più grande parco a tema in Francia e primo per anno di apertura: correva, infatti, l’anno 1860, quando l’imperatore Napoleone III ne decise l’apertura come dono per l’amata moglie Eugenia.

    Pensato agli inizi più come uno zoo e una piattaforma per l’esposizione di animali esotici, il parco, con un’estensione di circa 20 ettari, oggi è un vero e proprio paradiso per i bambini, contando più di 40 attrazioni e una ventina di attività diverse che ne stimolano la curiosità per il mondo circostante.

    Dopo i recenti lavori di restauro del 2017 che ne hanno trasformato l’aspetto (sono stati, infatti, distrutti i vecchi edifici in favore di elementi più moderni preservando, allo stesso tempo, l’originale atmosfera napoleonica dell’Ottocento), il parco ha riaperto il 1 giugno 2018 in tutto il suo splendore con ben 17 nuove attrazioni.

    Quali attrazioni provare e cosa vedere

    Sicuramente tra quelli più popolari sono da provare il celebre trenino (che ha divertito generazioni di bambini dal 1878 in poi) e il “fiume incantato” senza dimenticare il dragone cinese, le sedie e le barchette volanti, la torre dell’orologio, il parco avventura acrobatico e le immancabili giostre tradizionali.

    Molte sono, poi, le altre attività e aree di gioco, il teatrino dei burattini, le fontane d’acqua e gli specchi deformanti.

    Numerosi e originali sono anche i workshops a cui possono partecipare sia i piccoli che i grandi come quelli sulla cucina, i trucchi di magia, il teatro e il giardinaggio e gli eventi organizzati quasi ogni mese dell’anno.

    Godono di molta popolarità il Carnevale in febbraio, il Printempes des Poètes a marzo e la Pasqua con la caccia alle uova colorate; in aprile, invece, ai Jardins d’Acclimatisation si celebrano le civilizzazioni, le culture e i popoli di tutto il mondo, vengono, infatti, invitati rappresentanti di paesi o di regioni per organizzare degli show conoscitivi delle diverse popolazioni.

    Jardin d acclimatation capretta via facebookMolto interessante da visitare è la piccola fattoria normanna: un ricordo della casetta di Maria Antonietta a Versailles con molti animali con cui i bambini possono entrare in contatto come mucche, pecore, capre, maiali, galline e anatre.

    Nelle vicinanze, poi, si trova un piccolo orto che custodisce molti esemplari sia di piante locali che quelle più esotiche e il Seoul garden, uno squisito e vivace giardino offerto dalla città di Seoul nel 2002, come simbolo di amicizia tra i due popoli e le due capitali.

    Dove fermarsi a mangiare

    Non mancano ovviamente le aree dove mangiare un boccone, fermatevi al Café Vapeur per un panino e poi a Les délices de la Rotonde che vi proporrà una vasta gamma di gelati. Un ristorante che vale la pena provare è lo Chalet des Isles, che si trova nel Bois de Boulogne; tenete a mente che è costruito su un’isola nel lago inferiore e quindi accessibile solo con la barca, nei mesi estivi.

    Cosa fare nelle vicinanze: il Bois de Boulogne

    Fondation Loiuis Vuitton Iwan Baanfoto di Iwan Baan via flickr

    I Jardins d’Acclimatisation si trovano all’interno dell’enorme Bois de Boulogne, in origine un enorme territorio di caccia appartenente ai re di Francia, è ora uno dei parchi più popolari tra i parigini dove potersi rilassare e passare un pomeriggio in mezzo al verde con tutta la famiglia.

    All’interno del Bois de Boulogne è possibile visitare un giardino all’inglese, due giardini botanici, il Chateau de Bagatelle con un bellissimo giardino di rose, due ippodromi e uno stadio del tennis, famoso per ospitare l’edizione annuale della competizione dei French Opens e numerose piste ciclabili per i più sportivi.

    All’interno del bosco sono stati, inoltre, creati artificialmente due laghetti collegati tra loro, il Lac Inférieur e il Grand Lac, un vero e proprio paradiso per gli amanti del canottaggio mentre nel periodo estivo molto popolare rimane il Paris Jazz Festival, una delle rassegne jazz più importanti della capitale.

    Uscendo dal Jardin, nella parte settentrionale del Bois de Boulogne, è imperdibile il nuovissimo edificio che ospita la Louis Vuitton Foundation, una moderna struttura di art design che offre mostre temporanee originali ma anche un’installazione permanente. Dalle terrazze dei livelli superiori è possibile godere di una bellissima vista dell’intero parco.

    Sinonimo per 150 anni di natura, animali, piante, progresso, passione e creatività, i Jardins d’Acclimatisation rappresentano un avvolgente mondo di sensazioni, colori e suoni a cui i visitatori di ogni età non possono rimanere indifferenti!

  • Dove si trova

    Dove si trovano i giardini e come arrivarci

    I giardini si trovano in Carrefour des Sablons, Bois de Boulogne, ai limiti della periferia cittadina ma raggiungibili molto facilmente anche per tutti coloro che arrivano dal centro città; scendendo alla fermata della Metro 1 Les Sablons, infatti, sono pochi i metri di separazione dall’ingresso. E’ possibile anche arrivarci con numerosi autobus o con il mini-treno che, partendo da Porte Maillot, ha il suo capolinea proprio nel parco, all’entrata principale del giardino zoologico! I prezzi per il biglietto sono decisamente accessibili a tutti mentre l’apertura del parco è garantita 365 giorni all’anno.

Cerchi un'offerta hotel a Parigi?
In collaborazione con: Booking.com

Cerchi un'offerta hotel a Parigi?

  • Prezzo più basso garantito e assistenza clienti in italiano
vedi disponibilità mostra disponibilità mostra disponibilità
In collaborazione con: Booking.com

31
Quanto ti è stata utile questa guida?
Foto via facebook.com/lejardindacclimatation
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI Parigi è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0