Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
11

Dove mangiare a Montmartre: Ristoranti, hôtel particulier e antichi mulini

Scopri i sapori di Montmartre con un Tour Gastronomico Scopri i sapori di Montmartre con un Tour Gastronomico da 35€ SCEGLI E PRENOTA LA TUA ESPERIENZA
Foto copertina via lemoulindelagalette.fr

Montmartre risplende ancora degli anni d’oro della Belle Époque nel ricordo di cabaret, artisti e bohémien, confermandosi uno dei quartiere più visitati di Parigi. Ma purtroppo non vanta la miglior offerta gastronomica nell’ambito della ristorazione. Eppure chi ben cerca scova pepite nascoste agli occhi dei turisti, antichi bistrot e autentiche brasserie frequentati da veri parigini.

VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Quando il sole tramonta e la maggior parte dei turisti inizia a scendere lungo le pendici della Butte di Montmartre, escono i parigini e gli abitanti del quartiere che sanno quel che cercano. Antichi bistrot frequentati da gente dello spettacolo, segreti hôtel particulier e nuovi ristoranti di tendenza si nascondono tra scalette, salite e discese di Montmartre. Lasciatevi guidare nel nostro tour gastronomico.

Le Moulin de la Galette

Indirizzo: 83 rue Lepic, 18e
Metro: Abbesses, Lamarck-Caulaincourt

moulin de la galettefoto via lemoulindelagalette.frUn tempo la Butte Montmartre risplendeva di mulini a vento, artisti e balli.

Oggi uno dei pochi mulini rimane al Moulin de la Galette che, nonostante sia stato rinnovato, mantiene il fascino degli anni d’oro immortalati da Renoir, Toulouse-Lautrec e Picasso. Prendete posto a uno dei tavoli nella corte esterna o nell’elegante interno e lasciate che comincino le danze.

  • Nel menu: fois gras alla citronella e al ginepro, linguine ai frutti di mare della Normandia, maialino da latte, pasticcio di guancia di vitello al Cabernet, e per finire creme brulée e torta di mele come una volta. Fatevi consigliare il vino per coronare un ottimo pranzo o cena nel posto più pittoresco di Montmartre.

À la cloche d’or

Indirizzo: 3 rue Mansart, 9e
Metro: Blanche, Pigalle

a la cloche dorfoto di laclochedor via FacebookAi piedi della Butte Montmartre, a due passi dal Moulin Rouge e dai famosi teatri del 18° arrondissement, À la cloche d’or ricorda l’epoca di Joseph Kessel, Jean Cocteau e Edith Piaf.

Aperto nel 1928 e appartenuto ai genitori dell’attrice Jeanne Moreau, questo ristorante tradizionale continua ad accogliere clienti ed artisti prima e dopo gli spettacoli fino alle 4 del mattino.

  • Questo vecchio bistrot propone piatti classici come la tartare della casa, bistecche o piatti di pesce da assaporare in compagnia dei personaggi famosi di teatro e cinema ritratti in fotografie appese alle pareti. D’inverno chiedete il Camembert al forno seduti accanto al camino.

Chez Toinette

Indirizzo: 20 rue Germain Pilon, 18e
Metro: Abbesses

chez toinettefoto di ChezToinetteParis via FacebookAllegro e conviviale bistrot che ha saputo mantenere viva la tradizione culinaria di Montmartre nonostante sia situato nel quartiere più turistico di Parigi.

Se amate la selvaggina avrete vasta scelta tra perdreau (pernice), biche (daino) e chevreuil (capriolo).

  • Ma non perdete il filet de canard à la sauge et au miel (filetto di anatra alla salvia e miele) da accompagnare a un buon bicchiere di vino rosso.

Koff

Indirizzo: 15 rue la Vieuville, 18e
Metro: Abbesses

koff parisfoto di koffdelicatessen via FacebookUn simpatico delicatessen in stile newyorchese dall’atmosfera conviviale. I lampadari sono eccentrici, le sedie sono una diversa dall’altra e i dipinti alle pareti sono opere del proprietario e artista Resnik.

Gestito da una giovane coppia, Jade e David, Koff propone bagel, burger, specialità ashkenazita e ricette russe. Per finire cheesecake e banoffee preparati da Jade in persona.

  • Non dimenticate il brunch (a 24 euro) con muffin, pancakes e salsicce se veramente volete fare gli americani.

No Problemo

Indirizzo: 14 rue Charles Nodier, 18e
Metro: Château Rouge

no problemofoto via noproblemo-paris.frAi piedi della Basilique du Sacré-Coeur, questo bistrot gastronomico propone alla sua clientela di habitué specialità di mare e piatti della tradizione con un tocco di fantasia.

Quindi gratin dauphinois, ravioli al roquefort, seppie con chorizo e triglia al curry per darvi un’idea.

  • A pranzo chiedete la formule midi e controllate l’agenda degli eventi, gli appuntamenti acustici richiamano sempre folle di gente del quartiere.

La Renaissance

Indirizzo: 112 rue Championnet, 18e
Metro: Porte de Clignancourt

la renaissancefoto via bistrotlarenaissance.frAvrete diverse ragioni di andarci. Prima di tutto perché è un gioiello della Belle Époque che conserva intatto tutto il suo fascino. Poi perché Tarantino ci ha girato diverse scene di Inglourious Basterds.

Infine, perché i neon dell’epoca, i separé tra i tavoli, il mosaico del pavimento, le boiseries e i grandi specchi vi faranno ritornare indietro agli anni ’20.

  • Per iniziare concedetevi un tagliere di formaggi e salumi o una tartare, poi un souris d'agneau (cosciotto di agnello) oppure una delle immense insalate. Da bere un buon bicchiere di vino rosso. Altrimenti chiedete al patron il Bunga Bunga, gli habitué conoscono il cocktail a base di vodka e frutti rossi.

Le Bouclard

Indirizzo: 1 rue Cavallotti, 18e
Metro: Place de Clichy, La Fourche

le bouclardfoto via bouclard.comDall’esterno sembra un club selettivo, ma basta aprire quella pesante porta e vi ritroverete in un vero bistrot parigino dall’atmosfera accogliente e gli arredi anni ‘20.

Aperto da Michel Bonnemort nel 1993, Le Bouclard, che significa boutique nel linguaggio popolare, rivisita la cucina di famiglia: gratin di cicale di mare, foie gras Lucullus, zabaione di aragosta e piatti di carne secondo la tradizione del Cochon d’Or, il ristorante del nonno paterno.

  • Per finire babbà al rum, mousse al cioccolato o café gourmand. E guardatevi intorno, se siete fortunati potreste anche avvistare Vincent Cassel o Dominique Farrugia.

Chez Plumeau

Indirizzo: 4 place du Calvaire, 18e
Metro: Abbesses

chez plumeaufoto via restaurant-chez-plumeau.frUn tempo ristorante e cabaret del famoso Auberge de Coucou, oggi Plumeau è affollato da turisti.

A due passi da Place du Tertre, questo ristorante continua a proporre una cucina di stagione a base di prodotti freschi conservando il fascino di una Parigi d’altri tempi.

  • Nelle belle giornate prendete posto in terrazza, avrete una vista favolosa sulla capitale.

Le bistrot du Maquis

Indirizzo: 69 rue Caulaincourt, 18e
Metro: Lamarck-Caulaincourt

bistrot du maquisfoto via bistrotdumaquis.comSe siete stanchi dei ristoranti troppo cari o troppo turistici della Butte, spostatevi leggermente a nord di Montmartre e troverete questo tipico bistrot dalla cucina tradizionale e gli arredi semplici.

Le Maquis, che prende il nome dal quartiere, è perfetto per una cena tra amici.


Le Café qui Parle

Indirizzo: 24 rue Caulaincourt, 18e
Metro: Lamarck-Caulaincourt, Blanche

le cafe qui parlefoto via cafequiparle.frDi quella che un tempo era una banca oggi troverete solo qualche cassaforte tra quadri alle pareti e una grande lavagna su cui leggere i piatti del giorno.

Le Café qui Parle è un bistrot moderno e simpatico che offre piatti creativi a prezzi ragionevoli, preparati dallo chef e proprietario Damien Moeuf.

  • Da non perdere il brunch il sabato e la domenica.

Le Relais Gascon

Indirizzo: 6 rue des Abbesses, 18e
Metro: Abbesses

le relais gasconfoto di @lerelaisgasconruedesabesses via FacebookTipico bistrot parigino dall’atmosfera informale e un’autentica cucina regionale a pochi passi da place des Abbesses.

Consigliamo una delle salades géantes, le insalate giganti sono la specialità della casa, oppure un piatto tradizionale come confit de canard, cassoulet e tartiflette.

  • Non stupitevi se il patron verrà a sedersi al vostro tavolo per fare due chiacchiere, magari in italiano.

Le Refuge des Fondus

Indirizzo: 17 rue des Trois Frères, 18e
Metro: Abbesses, Anvers

le refuge des fondusfoto di @lerefugedesfondus via FacebookSe vi ritrovate a girare per Montmartre in una di quelle fredde sere d’inverno, andate a riscaldarvi al Refuge des Fondus, autentico locale molto apprezzato nel quartiere, aperto da oltre 40 anni.

L’unica scelta che dovrete fare è se prendere la fondue savoyarde (fonduta di Emmental, Beaufort e Comté) o la fondue bourguignonne (fonduta con carne), da accompagnare a una buona birra o vino rosso servito in un biberon.

  • Niente di meglio per una cena invernale tra amici!

Le Tire Bouchon

Indirizzo: 9 rue Norvins, 18e
Metro: Abbesses

le tire bouchonA due passi da place du Tertre una buona crêperie in cui riscaldarsi nelle sere fredde.

È un minuscolo locale dall’atmosfera accogliente, le pareti interamente tappezzate da post-it di passanti e i tavoli così vicini che è impossibile non socializzare con le persone accanto.

  • Quando poi qualcuno si mette a suonare il pianoforte si respira appieno la magia di Montmartre.

Bijou

Indirizzo: 10 rue Dancourt, 18e
Metro: Abbesses

bijou pizzeriafoto di @bijoupizzeriagastro via FacebookPizzeria gourmet nel cuore di Montmartre aperta dallo chef pizzaiolo Gennaro Nasti. Dalla farina biologica a lungo fermentata, morbida e leggera, nascono le sue pizze decorate dai migliori prodotti italiani.

Le pizze diventano opere d’arte. E i pizzaioli si danno arie da chef stellati.


Le Très Particulier

Indirizzo: 23 Avenue Junot, 18e
Metro: Lamarck-Caulaincourt

le tres particulierfoto di @tresparticulier via FacebookSe siete in vena di una cena elegante sulla Butte di Montmartre, percorrete l’avenue Junot fino al cancello nero, salite le scalette della via privata, sulla destra troverete un magnifico hôtel particulier immerso nel verde.

Una volta entrati, scendete nel giardino d’inverno per una cena estiva tra la vegetazione lussureggiante. Altrimenti accomodatevi nel Grand Salon, ristorante bistronomico guidato dallo chef Louis Ricard che si ispira ai suoi viaggi in Asia per reinventare la cucina francese.

  • Approfittate del weekend per il brunch, ma sappiate che il ristorante è aperto tutto il giorno a partire dalla prima colazione. Ogni tanto è bello lasciarsi tentare da questi eden di eleganza fuori dal tempo.

Riv’K

Indirizzo: 35 rue Véron, 18e
Metro: Blanche

rivk parisfoto di @rivkparis via FacebookQuesto piccolo bistrot dalla facciata giallo ocra sulla Butte di Montmartre, onora le spezie di tutto il mondo. Il menu della sera cambia tutte le settimane in base alle stagioni.

Potreste assaggiare nems di avocado, filetto di merluzzo nero, cavolfiore arrostito alle spezie, humous con uovo alla coque e per finire pain perdu caramellato o un fondant al cioccolato e crema di marroni.

  • Altrimenti provate una delle formule per il pranzo e il brunch della domenica.

Le Coq Rico

Indirizzo: 98 rue Lepic, 18e
Metro: Lamarck-Caulaincourt

le coq ricofoto di @coqrico via Facebook"Le bistrot des belles volailles" recita l’insegna del Coq Rico. Il bistrot fondato dallo chef Antoine Westermann è infatti un inno ai volatili, naturalmente di razza e allevati nelle migliori condizioni.

Quindi per iniziare fois gras e terrine, poi petto di anatra laccato con miele ai fiori, piccione rosso arrostito o suprême di faraona.

  • Lasciatevi consigliare una buona bottiglia di rosso per affrontare la cena.

Qual è il vostro ristorante preferito di Montmartre? Scrivetecelo in un commento all’articolo. E per approfondire la ricerca del vostro locale ideale a Parigi, date uno sguardo anche alla nostra lista dei migliori ristoranti del Marais.

11
Quanto ti è stata utile questa guida?
Foto copertina via lemoulindelagalette.fr
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI Parigi è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0