Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
32

Parigi di notte: itinerario serale per godersi la città delle luci

Vivi la magia di Parigi dopo il tramonto e goditi i monumenti illuminati della Ville Lumière Vivi la magia di Parigi dopo il tramonto e goditi i monumenti illuminati della Ville Lumière da 15€ SCOPRI LE OFFERTE

La "città delle luci" è un incanto che si ripete ogni sera quando il sole tramonta. Palazzi, monumenti, ponti, strade brillano di nuova luce e ci ritroviamo tutti davanti allo stesso spettacolo. Parigi è una nuova città da scoprire e riscoprire la notte. È difficile non innamorarsi di Parigi dopo una passeggiata notturna.

Quando il sole tramonta e le prime luci si accendono...
...Parigi si trasforma in una donna elegante in abito da sera. Una nuova città dalle mille luci si rivela a chi va passeggiando lungo le rive della Senna, tra ponti, passaggi e stradine segrete nel silenzio della notte. O a chi preferisce immergersi nella effervescente vita notturna tra bollicine, cabaret, teatri e nightclub. Se non avete idea della bellezza di Parigi di notte, ecco qualche consiglio per orientarvi meglio tra le luci della Ville Lumière.

Parigi dall’alto al calar della sera

Quando il giorno incontra la sera, in quel preciso momento in cui il cielo è ancora chiaro e la città inizia ad illuminarsi, fate in modo di trovarvi in un posto strategico per ammirare lo spettacolo. Il sole è già tramontato, la magia è appena iniziata. Guardare Parigi dall’alto della Tour Eiffel o della Tour Montparnasse è sempre una buona idea.

Per chi l’ha già fatto consigliamo di non perdere il tramonto dall’Arc de Triomphe, la vista delle raggiera di strade che si dipanano come fasci di luci nel buio entusiasmerà anche i meno romantici. Naturalmente se vi trovate a Montmartre, andate alla basilica del Sacré Coeur e attendete la magia del tramonto e il calar della sera su Parigi ai vostri piedi.

Una passeggiata serale nei quartieri della Ville Lumière

Se siete appena arrivati a Parigi la vista della Tour Eiffel illuminata dalla place du Trocadéro vi darà il benvenuto. Ricordate che all’inizio di ogni ora per cinque minuti la torre si illumina con migliaia di lucine scintillanti fino all’una di notte quando l’ultimo scintillìo vi darà la buonanotte prima di spegnersi. Consigliamo di prenotare una visita serale alla Torre Eiffel:

Champs-Élysées, Marais e Quartiere Latino

Se la serata è appena iniziata, invece, dirigetevi verso gli Champs-Élysées, la via che non dorme mai, illuminata a giorno, ma soprattutto fatevi un giro nella vicina avenue Montaigne, la via delle grandi boutiques che nel periodo natalizio è un incanto di luci. Camminate verso la cupola illuminata del Grand Palais, poi andate a vedere place de la Concorde, un tempo chiamata place de la Révolution, dove venne decapitata la regina Marie Antoinette.

Nella piazza dalle luci fioche si dice aleggi ancora il suo spettro. Passate per place Vendôme, prima di andare ad ammirare l’Opéra Garnier. Riscendete verso il Louvre, la piramide si staglia dorata nella notte e il Carrousel du Louvre è infine silenzioso, tutto per voi.

Continuate verso l’Hôtel de Ville per poi perdervi nelle stradine del Marais. Attraversando la tranquilla Île Saint-Louis, spostatevi sulla rive gauche per vedere lo spettacolo di Notre-Dame illuminata, il luccichìo del Quartiere Latino ad ogni stagione, l’incanto delle stradine di Saint-Germain-des-Prés dove rimanere estasiati davanti all’aura misteriosa della chiesa di Saint-Sulpice. Non dimenticate un giro nella place du Panthéon. Se invece siete a Montmartre, passeggiate nella calma della Butte prima di tuffarvi nella notte a Pigalle.

Le rive della Senna e le sue attrazioni illuminate

In alternativa, passeggiate sulle rive della Senna per contemplare Parigi di sera seguendo il flusso della corrente. Chiacchierando tra amici, in coppia o da soli, i quais de Seine sono il luogo in cui si svolge la vita come su un palcoscenico di teatro. La scenografia è la città che brilla dietro di voi. Cominciate dal quai des Tuileries per ammirare il Musée d’Orsay illuminato sulla riva di fronte poi spostatevi sulla rive gauche per proseguire fino al quai Saint-Michel dove ammirare lo spettacolo della cattedrale di Notre-Dame illuminata.

Con il bel tempo passeggiate sul quai de l’Hôtel de Ville dove troverete tanti bar, caffè ed eventi sportivi e musicali lungo il Parc des Rives de Seine che d’estate apre le porte alle spiagge sulla Senna, Paris Plages.

Passate da una riva all’altra, è solo una scusa per passeggiare sui meravigliosi ponti: il più sfarzoso è il Pont Alexandre III, il più moderno è la Passerelle Simone de Beauvoir, il più romantico è il Pont des Arts sigillato da tanti lucchetti dell’amore, il più antico è il Pont Neuf.

Che sia estate o inverno, sedetevi sulle rive della Senna per fissare nella mente tanta bellezza.

Una crociera sulla Senna

Se invece siete stanchi di camminare, potreste ammirare le rive della Senna a bordo di un bateau-mouche in una crociera notturna sulla Senna, prenotando l'opzione che preferite, con o senza cena.

Come resistere alla tentazione di salire su quelle barche dai nomi seducenti come Catherine Deneuve o Yves Montand? Siamo d’accordo, evitate il grande battello turistico con spiegazione al microfono, ma salite su un Batobus di linea che con un biglietto giornaliero vi porterà avanti e indietro lungo la Senna, fermandosi davanti ai principali monumenti, ideale per una visita stop and go.

Altrimenti potete rimanere comodamente seduti e godervi la terrazza d’estate e l’interno riscaldato d’inverno mentre Parigi scorre davanti ai vostri occhi.

Per una crociera di lusso con cena, invece, prenotate un giro sugli Yacht de Paris o i Bateaux Parisiens. Potrebbe essere l’occasione giusta per una cena romantica o per chiedere la mano della vostra futura sposa.

SCEGLI LA CROCIERA SULLA SENNA CHE PREFERISCI

Ad ogni modo vedere di notte Parigi dall’acqua è un’esperienza imperdibile. Soprattutto per chi ricorda la scena dello sci d’acqua di Juliette Binoche su una Senna illuminata da un tripudio di fuochi d’artificio nel film Gli amanti del Pont Neuf.

Una notte al museo

La sera è un ottimo momento per visitare i vostri musei preferiti evitando le folle. Perdetevi nell’arte moderna e contemporanea al Centre Pompidou che vi lascia visitare le mostre del sesto piano il giovedì fino alle 23, oppure scegliete il Palais de Tokyo aperto fino a mezzanotte. Il mercoledì l’appuntamento è al Grand Palais che di solito rimane aperto fino alle 22, ma il giorno varia in base alle singole mostre. Il giovedì consigliamo di farvi un giro tra i maestri dell’impressionismo al Musée d’Orsay, aperto fino alle 21.45. Il venerdì potete esplorare la futuristica Fondation Louis Vuitton fino alle 23.

Da non perdere la notturna al Louvre, il mercoledì e venerdì fino alle 21.45. Potrete finalmente vedere la Gioconda senza avere addosso orde di turisti o girare all’infinito intorno ad Amore e Psiche di Canova senza che nessuno vi guardi male.

Cene, brindisi e notti folli

Un assaggio della cucina francese

Per affrontare una lunga serata tra le luci di Parigi bisogna fermarsi per una buona cena ristoratrice prima di ripartire.

Nella rive gauche consigliamo Le Reminet, oltre la tenda di velluto rosso potrete ammirare le luci della cattedrale di Notre-Dame. Oppure a due passi dal Panthéon scegliete Le Coupe-Chou in una romantica dimora del XVII secolo. A Montparnasse avrete vasta scelta tra le storiche brasserie come Le Dôme, La Coupole o Le Select; a Saint-Germain-des-Prés deliziatevi nei caffè letterari come i mitici Café de Flore, Les Deux Magots o anche la storica brasserie Lipp.

Se invece vi trovate nel Marais, Robert et Louise è il posto con camino che cercate d’inverno. A due passi da Gare de Lyon, À la biche au bois serve ottima carne di cervo.

D’estate, invece, ogni ristorante ha il suo dehors. Tra i più belli, La Closerie des Lilas a Montparnasse, Café Hugo sotto i portici di place des Vosges, Hôtel Grand Amour e la Brasserie d’Auteuil nel 16° arrondissement.

In ogni stagione, se volete gustare le prelibatezze dei grandi chef come Alain Ducasse dovete andare nella zona degli Champs-Élysées. Ma se siete in vena di grandi festeggiamenti concedetevi Le train bleu, un sontuoso capolavoro in stile Belle Époque. Tra i ristoranti più alla moda, il Kong, con vista sul Pont Neuf.

Infine, top del top, cena sulla Tour Eiffel con accesso prioritario all'ascensore per una serata più che romantica!

Un cocktail dopo cena

Se inizia a fare troppo freddo per continuare a passeggiare per la città in una notte d’inverno riscaldatevi tra bar insoliti, caffè nascosti e speakeasy.

A Saint-Germain-des-Prés non perdete L’Alcazar, a place Vendôme il bar dell’hotel Ritz frequentato anche da Hemingway. Nell’est parigino, Le Comptoir Général, bar insolito dall’aria di casa coloniale che è diventato il ritrovo hipster sul canal Saint-Martin.

L’estate a Parigi dura poco ed è sempre incerta, quindi approfittate del primo raggio di sole, come i veri parigini, per mettervi in terrazza. Scoprite le infinite barche ormeggiate lungo la Senna dove abbronzarvi di giorno o far festa di sera: Le Flow, Rosa Bonheur, Monsieur Mouche, Le Batofar. Altrimenti cercate le terrazze in cui godervi la notte stellata e lasciarvi viziare dai migliori barman della città, la serata è appena iniziata!

Locali notturni: club e discoteche

Datevi un tono se volete provare ad entrare nei locali notturni di Parigi. Per i ragazzi vuol dire lasciate a casa le sneakers, per le ragazze ricordatevi tacchi e magari un rossetto rosso. Una volta superata la selezione all’ingresso, godetevi la serata nei club notturni della capitale.

I cinefili dovrebbero conoscere il Silencio, disegnato da David Lynch, i più modaioli invece vorranno andare a ballare sulla terrazza del Kong, magari dopo aver cenato all’ultimo piano, o al nuovo Hotel Bourbon. Istituzione della vita notturna della Parigi chic è L’Arc accanto all’Arc de Triomphe, il posto dove andare durante la Paris Fashion Week. Il più ambito rimane sempre il Raspoutine, ma entrerete solo se conoscete qualcuno.

Ricordate, il giovedì Aux bonheur des dames offre una serata alle donne: cena, open bar e sorprese, tutto gratuito. Gentlemen ammessi solo dalle 23. Il Matignon, invece, è per i recidivi che vogliono ballare anche il lunedì.

Perdetevi all’hotel particulier di Pigalle, Le Carmen, o a Le Baron nel 16° arrondissement. Per la musica elettronica andate al Faust, sotto il ponte Alexandre III, o al Nuba nel 13° arrondissement. Per ritmi afro-house andate al Djoon e per la musica latina andate al Favela Chic. E se volete finire la serata con un after, la Concrete vi aspetta.

Cabaret, concerti e opera

Concedetevi un cabaret per vedere dal vivo il famoso can-can. Troverete solo turisti ma i cabaret di Parigi sono famosi nel mondo e meritano una serata se non ci siete mai stati. Non rinunciate a una coppa di champagne davanti a quegli spettacoli osé, in stile pseudo-bohémien, in cui le ballerine indossano costumi ornati di piume e lustrini. Imperdibili il Moulin Rouge, il Crazy Horse e il Lido.

Per una serata più intellettuale prenotate dei biglietti per l’Opéra Garnier, rimarrete estasiati alla vista del soffitto dipinto da Chagall. Per la musica classica, controllate il programma del Théâtre du Châtelet o della nuova Seine Musicale. Per una serata jazz, invece, direzione Châtelet, al Baiser Salé, o a La Gare per concerti jazz gratuiti tutte le sere.

Altri consigli

La notte di Parigi è effervescente, quindi dovete solo capire di cosa avete voglia. Ma se non volete stressarvi a organizzare la serata potreste prenotare uno dei tanti tour serali per scoprire la città con una guida locale, a piedi, in bici, in bus o in Citroën:

Inoltre, se vi state chiedendo qual è il momento migliore per vedere Parigi la notte, la risposta è sempre. Parigi brilla sempre ma sicuramente di più durante le feste natalizie o in occasione di alcuni eventi annuali come la Nuit Blanche o la Fête de la Musique.

Non dimenticate di scattare foto di Parigi durante le vostre passeggiate notturne, anche se al mattino non ritroverete il risultato sperato. Ma i più social avranno già studiato l’angolatura giusta per ogni scorcio della città da postare su Instagram. Tuttavia, un consiglio, scattate meno foto e vivete di più la notte parigina.

E non preoccupatevi di come tornare nel vostro hotel o appartamento. Nel weekend la metro chiude alle 2 e non mancano gli autobus notturni, se non dovete avventurarvi in zone periferiche. Altrimenti per un rientro più comodo, chiamate un Uber o prenotate un taxi


E se ancora non siete stanchi, rientrate a piedi, per ammirare le ultime luci della notte prima che arrivi l’alba. Parigi è vostra!

32
Quanto ti è stata utile questa guida?
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI Parigi è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0